• UnaVitaOnTheRoad

Intervista a... Chiara Ragnini!


Un angolo buio è il nuovo singolo di Chiara Ragnini, estratto da La Differenza, secondo disco dell'artista ligure. La canzone racconta della fine di una lunga amicizia decennale e della forza scaturita dalla cocente delusione seguita all'esaurimento del rapporto. Fidarsi è bene e non fidarsi è molto meglio: recita così l'incipit del brano, caratterizzato da un ritmo trascinante e dalle sonorità electro pop e rock che ben definiscono il lavoro della musicista.

"L'angolo buio del titolo"spiega Chiara"è il punto di non ritorno in cui è stata spinta una lunga amicizia finita, purtroppo, in cenere. L'episodio è accaduto ormai quasi 7 anni fa e all'epoca, sul momento, il tradimento che ho vissuto mi ha spiazzata e fatto soffrire parecchio. Ringrazio, però, la persona in questione: se non si fosse concluso tutto così bruscamente non sarebbe nata questa canzone."


Ed è così che l'amicizia, ormai merce rara, viene rappresentata nel videoclip, in maniera figurativa, dal volto di una tigre bianca di bianco vestita mentre Chiara, in abito scuro, elabora il lutto del compimento conclusione dell'affetto in una atmosfera onirica e surreale. Il video è stato realizzato interamente da Chiara durante le settimane di lockdown.


Il singolo è disponibile in radio e negli store a partire dal 26 giugno.


Chiara ha da poco pubblicato in digitale un EP di due canzoni inedite intitolatoThe Genoa Session EP, a cui seguirà a settembre l'EP acustico Disordine, contenente quattro nuove canzoni e, il prossimo anno, il nuovo disco, con dieci tracce dal sapore electro-pop.



Biografia


Sonorità a cavallo tra pop ed elettronica, testi malinconici e taglienti: è la cifra stilistica di Chiara Ragnini, cantautrice genovese attiva da anni nella scena musicale indipendente. Nel corso degli anni Chiara ha vinto diversi riconoscimenti (Premio Lunezia, Premio InediTO Colline di Torino, Premio Donida) partecipato a festival e rassegne (Il Tenco Ascolta con Club Tenco, Genova per Voi, Collisioni Festival, Casa Sanremo), ottenuto passaggi radiofonici e televisivi (Roxy Bar di Red Ronnie, Mezzogiorno in Famiglia RAI Due, RTL 102.5). Il primo album,Il giardino di rose, dal sapore folk-pop, le è valso la stima di pubblico e addetti ai lavori. Un seguito che ha permesso a Chiara di sperimentare una fortunatissima campagna di crowdfunding per il suo secondo disco electro-popLa Differenza. Attualmente è al lavoro sull'EP acusticoDisordine, previsto per settembre, e sul terzo album in uscita nel 2021: dieci canzoni inedite dal sapore agrodolce che racconteranno dell’amore, in tutte le sue forme.

Per conoscerla meglio, gli abbiamo fatto una breve intervista ↓


1. Quando nasce la tua passione per la Musica?

La musica ha sempre fatto parte della mia vita, sin da piccola. Non saprei darti un momento preciso di nascita vera e propria dell'amore che ho per quest'arte perchè è come se ci fosse sempre stata.

Diciamo che calcare il palco, cantare le mie canzoni e farlo di fronte ad un pubblico che non fosse composto solo da amici e parenti sono tutti desideri che ho sempre cercato di inseguire fino da ragazzina.

Ho fatto il possibile per realizzarli e sono felice di esserci riuscita, anche se la musica non è la mia professione principale.


2. Chi è Chiara e quanto di lei c’è nei suoi brani?

Chiara oggi è una super-mamma tuttofare: lavoratrice assidua (sono senior software analyst per un'azienda di Imperia), cantautrice, passionale e appassionata in tutto ciò che faccio.

Le canzoni mi rispecchiano perfettamente nel momento in cui vengono concepite: ci sono brani più arrabbiati e aggressivi, come nell'ultimo album La Differenza, altri più dolci e malinconici, come quelli scritti in questi ultimi mesi di lockdown. Ogni brano è un pezzetto di me: non tutti sono autobiografici, spesso prendo spunto dalle storie d'amore finite male delle mie amiche e ti assicuro che gli spunti non mancano.

Amo raccontarmi attraverso la musica, è terapeutico e fondamentale per sentirmi bene.


3. “Un angolo buio” è il tuo singolo, ti va di raccontarci com’è nato?

Questa canzone nasce a chiusura di un lungo rapporto di amicizia decennale: la persona in questione per "scaricarmi" scelse di mandarmi una lunghissima e delirante email.

Mi ritrovai, quindi, chiusa in macchina a leggerla, allibita e straniata. Dopo la rabbia iniziale, sono corsa a casa e ho imbracciato la chitarra: alcuni minuti dopo era nata Un angolo buio.

Grazie ex-amico per esserci stato, senza di te questo pezzo non sarebbe mai stato scritto.


4. È prevista per Settembre l’uscita del tuo EP, puoi anticiparci cosa ci dobbiamo aspettare dai tuoi brani?

Disordine sarà un EP totalmente acustico, intimo, quasi come un live da ascoltare ad occhi chiusi. Conterrà quattro nuove canzoni, inedite, che faranno poi parte del disco nuovo in uscita l'anno prossimo e che avrà, invece, una veste electro-pop che tanto amo. Mi piace molto l'idea di farle ascoltare in una sorta di anteprima casereccia, come fosse una pagnotta calda fatta in casa e appena sfornata. Le canzoni saranno meno arrabbiati e più addolcite, complice anche il fatto di essere diventata mamma per la seconda volta un anno fa. Parleranno d'amore e di sentimenti, le cose che so raccontare meglio.


5. A chi devi il tuo grazie più grande e perché?

A me stessa per aver pensato tante volte di buttare all'aria il mio progetto musicale e aver trovato sempre la forza e il coraggio di non farlo.

Fare musica oggi è un privilegio e un impegno e non sempre gli sforzi vengono ripagati. Nonostante questo, la voglia di scrivere è talmente forte e radicata in me che non potrei farne a meno.

Non vedo l'ora di tornare a suonare dal vivo anche se gli appuntamenti live, a causa delle restrizioni dovute al Covid, sono tutti rimandati al prossimo anno.

Mi manca stare sul palco ma torneremo presto ad abbracciarci dal vivo.


Speriamo di avervi incuriosito e vi consigliamo di seguirla sui suoi social ↓


Facebook

Instagram

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti